Reale Mutua e condotta etica

Il concetto di Codice etico approvato da Reale Mutua è anche citato come esempio virtuoso nei testi Universitari.

[…]

«Nel 2001 il consiglio di amministrazione approva il codice etico tutt’oggi utilizzato in impresa. L’introduzione alle norme spiega la particolarità della realtà organizzata che vanta una lunga storia come la più grande compagnia italiana di assicurazione costituita in forma di mutua: si spiega inoltre come i valori etici non siano mai stati persi di vista.
Proprio grazie alla particolare forma societaria l’assicurato è considerato socio; questo porta allo sviluppo della cultura d’impresa che, così, si diffonde più facilmente dall’interno all’esterno della realtà organizzata stessa che porta, logicamente, a una condivisione di visione e di obiettivi. La diffusione del codice aiuta il management a gestire le risorse interne che da un lato sono maggiormente inclini alla coesione per il raggiungimento di obiettivi comuni e dall’altro son stimolate al raggiungimento degli obiettivi personali. Il documento, inoltre, rende noto anche all’esterno dell’impresa le pratiche sviluppate per rendere minimi i comportamenti che potrebbero andare a ledere la correttezza professionale che si ispira, appunto, ai principi dello stesso codice, i quali fanno riferimento, a loro volta, alla “carta dei valori” diffusa e resa pubblica ancor prima del codice. Si parla pertanto di immagine della società e della centralità del “socio” (ovvero l’assicurato) nella gestione della realtà organizzata, della responsabilità di continuità dei risultati (ovvero creazione di valore per il socio), di gioco di squadra, di valorizzazione delle risorse e della loro realizzazione nella stessa realtà aziendale (anche nella gestione delle persone all’interno della struttura valgono le regole di trasparenza)

[…]

Estratto da “Comunicazione integrata e PR: istruzioni per l’uso” – R. Romoli Venturi, C. Casalegno, P. De Palma – Ed. Franco Angeli

SEGUICI SU FACEBOOK

SCRIVI UNA MAIL

TELEFONACI